M – Il Mostro di Dusseldorf (1931) – Lang


VOTO: 9 +

m-knife1

Un serial killer di bambine si aggira per le strade della città. L’ennesimo omicidio monta una vera e propria “caccia al ladro”: polizia, malviventi, mendicanti vi partecipano, generando un cortocircuito fra giustizia privata e giustizia ordinaria.
E’ questo il primo film sonoro di Lang, nonché un vero e proprio capolavoro alle origini del genere noir. Dal punto di vista tecnico, impressionante il modo in cui Lang decide di utilizzare, per l’appunto, la “nuova componente acquisita”: tutto infatti ruoterà intorno ad un macabro motivetto fischiettato! Magnifico anche il montaggio alternato iniziale, in cui facciamo conoscenza per la volta con il Mostro. E poi quella M marchiata con il gesso sulla sua giacca… E’ quella che lo distinguerà dall’uomo comune… Ma in una società, come quella della Germania post-bellica, costituita da farabutti, prostitute e assassini, è davvero così marcata la distanza tra quelli ed il Mostro??? Ad un monologo dello stesso e alla conseguente risposta di una “giuria dei pezzenti” verrà affidata una risposta alla succitata domanda!

mhome

Altri Articoli:

Ti è piaciuto il mio articolo? Condividilo subito con tutti i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *