Il Circo (1928) – Chaplin

VOTO: 9 Charlot, “inconsapevole ladro”, per sfuggire alla polizia fa irruzione maldestra in un circo proprio durante lo spettacolo. Il proprietario, inizialmente inferocito, deve constatare l’ilarità del pubblico di fronte a quell’uomo buffo, e così decide di ingaggiarlo. L’uomo diventa ben presto la star dello show, fino a quando un funambolo non arriva a guastargli…

The Believer (2001) – Bean

VOTO: 8 e mezzo Odio e amo! Chi può dirmi perchè? Da queste premesse, prese in prestito da Catullo, prende le mosse un film che di quel sentimento ossimorico intende mostrare le estreme conseguenze: è infatti la storia di un ebreo nazista, una sorta di contraddizione in termini dunque. Daniel è un ebreo che odia…

L’Atalante (1934) – Vigò

VOTO: 10 Qui entriamo a pieno titolo nella rosa dei film più belli della storia del cinema. Un’opera fatta di atmosfere e suggestioni, del tutto libera da un qualsivoglia schema narrativo. Il suo sviluppo è “istintivo” e spontaneo. La sua cornice spaziale evocativa. Gli spazi aperti, la nebbia… i turbamenti notturni…le chincaglierie raccolte in cabina…